Naviglio Martesana - Crescenzago: Villa De Ponti
Una delle più antiche ville in quella che era conosciuta come 'la riviera di Crescenzago'. Un buon esempio di architettura barocca con pianta a U e ingressi simmetrici. Alle origini era una prebenda vescovile, dipendente dall'abbazia di Santa Maria Rossa in Crescenzago, ed era usata come luogo di villeggiatura dalla curia ambrosiana. Alla fine del XVII secolo viene acquistata dalla famiglia Monti che la trasforma in villa dandole l'attuale forma ad U. Poi la compera il conte Sormani alla fine del XVIII secolo che modifica ulteriormente la facciata e le sale interne. In seguito la villa cambia più volte di proprietà, si avvicendano la famiglia Pavia, la famiglia Valerio e nel 1865 viene acquistata dalla famiglia De Ponti. Il complesso subisce un'ulteriore modifica quando Luigi De Ponti, industriale tessile, sull'area del bel giardino all'italiana costruisce una filanda, e nel periodo tra le 2 guerre la filanda viene convertita in trafileria.
Degna di nota è la vita della signorina Giuseppina de Ponti, nata nel 1881, in un periodo in cui l'emancipazione femminile è là da venire è prima donna italiana ad avere la patente, a 19 anni va in Inghilterra ad insegnare italiano al Crescent College di York, importa in Italia tessuti pregiati inglesi e produce abbigliamento femminile di alta qualità, crea una sartoria di lusso con negozi in diverse città italiane, assiste alle sfilate parigine, partecipa alla creazione dell'asilo di Crescenzago per i figli delle lavoratrici della filanda paterna, suona il piano, parla francese inglese tedesco e il milanese, gira il mondo dalle piramidi alle foreste di Sumatra, in tarda età acquista una casa a Santa Margherita Ligure dove fra i suoi ospiti figurano personaggi come Re Faruk d'Egitto, Humphrey Bogart e la moglie Lauren Bacall (nel 1954 in Riviera si gira 'La contessa scalza') , al compimento dei 100 anni è insignita dell'Ambrogino d'Oro del comune di Milano, e a 101 anni si spegne lasciando i nipoti pieni di ricordi sui racconti fantastici dei suoi viaggi e un esempio di vita rigorosa etica e di grande apertura mentale. © Googe Street View - Vedi la mappa del Naviglio Martesana con tutte le foto.

Trovi che questa immagine sia mal posizionata nella mappa? Ritieni che il titolo o il testo descrittivo siano sbagliati o imprecisi? Vuoi aggiungere qualche tuo commento? Scrivici!


Sempre in Bici | Val Brembana | Cammino di Santiago in bicicletta | Adige | Città e Parco di Monza | Cremona e dintorni, in bibicletta | I laghi di Varese e Comabbio | In bicicletta lungo il Canale Villoresi | La Martesana in bici | Lungo l'Adda Nord, in bicicletta | Lungo l'Adda Sud, in bicicletta | Lungo l'Oglio in bicicletta | Mantova e dintorni, in bicicletta | Navigli | Sentiero Valtellina | Ticino: il parco e il fiume