Navigli - Vicolo dei Lavandai
Il vicolo prende il nome da un antico lavatoio (ancora esistente) dove molte donne hanno fatto il bucato per i milanesi fino agli anni cinquanta. Gli strumenti di lavoro erano: un secchio, acqua calda, il 'paltun', una specie di sapone, spazzola e candeggina acquistati nella drogheria all'angolo. La postazione di lavoro era composta dal 'brelin' di legno dove si stava inginocchiate a strofinare i panni negli stalli di pietra (ancora esistenti). Si chiama vicolo dei Lavandai, al maschile, perché nell'Ottocento era una associazione di uomini che si occupava del lavaggio. © Wikipedia - Vedi la mappa di Navigli con tutte le foto.

Trovi che questa immagine sia mal posizionata nella mappa? Ritieni che il titolo o il testo descrittivo siano sbagliati o imprecisi? Vuoi aggiungere qualche tuo commento? Scrivici!


Sempre in Bici | Val Brembana | Cammino di Santiago in bicicletta | Adige | Città e Parco di Monza | Cremona e dintorni, in bibicletta | I laghi di Varese e Comabbio | In bicicletta lungo il Canale Villoresi | La Martesana in bici | Lungo l'Adda Nord, in bicicletta | Lungo l'Adda Sud, in bicicletta | Lungo l'Oglio in bicicletta | Mantova e dintorni, in bicicletta | Navigli | Sentiero Valtellina | Ticino: il parco e il fiume